Stampa

La Fondazione - motivazioni e percorso fondativo

Il C.D.A. della Fondazione Elio Quercioli ha deciso all'unanimità di ripercorrere le tappe che hanno visto nascere la fondazione e  di evidenziare le motivazioni e le finalità di tale scelta.

Sono passati alcuni anni dal momento in cui la direzione nazionale dei DS, dopo ampia discussione decise di costituire le fondazioni.
Le Fondazioni sono  state costituite con lo scopo di valorizzare il patrimonio culturale nato e cresciuto con la storia del PCI , PDS, DS, nonché di salvaguardare il patrimonio immobiliare che faceva capo al partito stesso.
Con la costituzione del Partito nuovo, il PD, si decise a livello nazionale che tutto sarebbe partito da zero. Questa scelta scaturì dalla profonda diversità economica e finanziaria in cui operarono e si vennero a trovare i due partiti  DS e Margherita: da una parte chi aveva immobili di proprietà con debiti, e dall’altra chi  presentava una situazione economica- finanziaria positiva.

Per quanto riguarda Milano, si giunse alla decisione di costituire la Fondazione dopo aver predisposto, approvato e attuato un progetto di rientro dal debito dei DS.

Infatti nel 2002 si evidenziava un indebitamento dei DS sul territorio della provincia di Milano di circa 4 milioni di euro.
Fu quindi predisposto un piano di rientro in 5 anni basato sulla vendita di immobili.
Il piano si completò dopo sette anni, ed al momento della nascita del PD, i DS erano nella fase finale di ripiano dei loro debiti.
I DS chiuderanno avendo fatto fronte a tutti i propri debiti.
 
Ad oggi a livello nazionale sono circa 60 le fondazioni costituite.
Per quanto riguarda Milano, e la federazione provinciale di Monza e Brianza, proprietari dell'immobiliare Risorgimento Srl, venne deciso di  costituire  una sola Fondazione.

La Fondazione è stata intitolata ad Elio Quercioli, figura storica della Federazione Milanese e Lombarda.

Nella fase della nascita del nuovo partito, abbiamo condiviso il percorso che ha portato alla costituzione del PD ed abbiamo contribuito al suo rafforzamento politico, ed al radicamento territoriale mettendo a disposizione sedi ad affitto calmierato,  promuovendo iniziative volte ad estendere l'interesse alla cultura e all'impegno politico.

Ogni Fondazione, per volontà dei gruppi dirigenti locali, è nata autonoma  e da  custodi della autonomia, avvertiamo però il bisogno di relazionarci e  di sviluppare  iniziative atte ad approfondire la ricerca storica e culturale della sinistra riformista italiana ed Europea.

Per perseguire questi obiettivi, è avvertita l'esigenza di costituire un coordinamento  delle Fondazioni a livello della Regione Lombardia, con il compito di razionalizzare le spese e di coordinare le iniziative culturali, oltre che costituire una rete nazionale, per sviluppare iniziative condivise:

  • sulla gestione unitaria dei bilanci,
  • sulla salvaguardia del patrimonio,
  • sulla tutela del patrimonio artistico e culturale,
  • sui rapporti con le altre fondazioni che si richiamano ai valori della sinistra riformista, con i sindacati, con personalità del mondo politico e culturale e con le fondazioni europee a noi affini,
  • sulla formazione, degli amministratori.

Il sito della Fondazione Elio Quercioli fa uso di cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione all'interno del sito. Maggiori informazioni