5permille home
Stampa

É morto il compagno Armando Cossutta

Se domani ci sarà una pietra sulle mie ceneri, per favore scriveteci sopra: Armando Cossutta, comunista. Sono stato e sono ancora un comunista, senza vergogne e senza abiure
ArmandoCossutta
Si è ricongiunto alla sua cara Emi, e ci lascia il ricordo della sua vita intensa. Un forte abbraccio a Anna, Dario e Maura per la perdita del loro papà.
Iscritto dal 1943 al Partito Comunista Italiano. Partecipò da partigiano nelle Brigate Garibaldi alla Resistenza antifascista e antinazista.
Nel dopoguerra fu dirigente del partito, di cui incarnava la corrente più filo-sovietica: questa sua tendenza a considerare l'Unione Sovietica come "Stato guida" del movimento comunista mondiale lo portò a polemizzare con Enrico Berlinguer.
Di recente pur senza rimpianti, Cossutta ritiene di aver sbagliato nell'andare contro Berlinguer.
Collaboratore de l'Unità ed ininterrottamente parlamentare dal 1972 al 2006 (prima come senatore, dal 1994 deputato, e quindi nuovamente come senatore), molti gli incarichi politici da lui ricoperti: fu consigliere comunale a Milano dal 1951; segretario comunale e poi regionale del PCI (nel primo caso a Milano, nel secondo in Lombardia) e  membro della Direzione della Segreteria nazionale del Partito Comunista Italiano.
Nel 1981 si oppose strenuamente alla linea revisionista del segretario del PCI Enrico Berlinguer, che aveva affermato che la "spinta propulsiva" della Rivoluzione d'Ottobre si era esaurita, tentando di sganciare il PCI dai suoi rapporti storici con i regimi comunisti del blocco sovietico. Oltre che nel merito, Cossutta criticò il metodo della scelta del PCI, che definì in un celebre articolo "lo strappo" per la sua gestazione estranea alle discussioni interne ed alla storia stessa del partito.
Contrario allo scioglimento del PCI egli fondò, nel febbraio 1991 con Sergio Garavini, Lucio Libertini ed altri, il Movimento per la Rifondazione Comunista. 
Alle elezioni politiche del 2008 ha dichiarato di aver votato da comunista per il Partito Democratico.

SEDE

house white 16 Fondazione Elio Quercioli
via Emilio Gola 20
20143 Milano MI
map 16 Come raggiungerci

CONTATTI

phone retro 16 +39.0236510118
fax 16 +39.02 6888069
email 16 Segreteria

ORARI APERTURA

Lun-Ven
10/12:30 am
14/16:30 pm
Sab-Dom chiuso
La Fondazione Elio Quercioli non ha scopo di lucro ed è attiva nel territorio della Regione Lombardia. E' iscritta al Registro Regionale Persone Giuridiche al n. 2363
Copyright © 2020 fondazione elio quercioli. Tutti i diritti riservati.
PM 2012

Il sito della Fondazione Elio Quercioli fa uso di cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione all'interno del sito. Maggiori informazioni